CAS Ticino
Riparte il corso di Arrampicata OG (ogni mercoledì)

Cari/e ragazzi/e,
la Commissione Giovani del CAS Ticino ha il piacere di comunicarvi l’inizio del corso di arrampicata sportiva indoor per la stagione autunnale 2023. Il corso è aperto ai giovani a partire dai 10 anni.


L’attività si terrà, come di consueto, presso la palestra di arrampicata Evolution a Taverne ogni mercoledì sera dal 20 settembre al 20 dicembre 2023 (escluso durante le vacanze scolastiche).
Maggior informazioni nel documento allegato:

venerdì 28 aprile film “Il Ragno della Patagonia”

“Filmare uomini e montagne è stato e continua ad essere il mio mestiere, anche se a portarmi lassù è stata la passione”

Con queste parole si apre l’ultimo capolavoro di Fulvio Mariani.

Il Ragno della Patagonia è un film di alpinismo, di avventura, di Storia, ma soprattutto di storie di vita di quegli uomini che nella grande e sperduta regione sudamericana hanno compiuto imprese straordinarie.

L’anteprima di questo impressionante lavoro, prodotto nell’arco di 7 anni e che ha coinvolto alcuni tra i più grandi avventurieri del verticale di sempre, si terrà:

venerdì 28 aprile, alle ore 20:00
presso il Palacinema di Locarno, Sala 1

Più info: https://www.arena.ch/…/programmazione/biglietti/tickets…

Guarda il trailer:

Il film in breve:

Altissime torri, specchiate su un mare di ghiaccio sotto un cielo spesso sconvolto dalle tempeste.

Tale è la sfida dell’alpinismo patagonico, a cui sa rispondere solo l’élite internazionale.

Tra i suoi pionieri spicca il nome di Casimiro Ferrari, che con i suoi Ragni di Lecco incise la sua impronta sulla roccia, il ghiaccio e le leggende della Patagonia.

A molti anni di distanza, il regista Fulvio Mariani, esperto di quelle montagne dal 1985, segue il giovane alpinista Matteo della Bordella, che con i suoi compagni ripercorre le pareti di Casimiro, ripetendo o aprendo nuovi itinerari in stile pulito, leggero e futurista, a conferma che arrampicare in questi luoghi è un gioco dalle regole estremamente severe.

Presentando una ricca scelta di filmati d’epoca, talvolta inediti, il film mette allo specchio due generazioni d’alpinisti: sul Cerro Torre, al Cerro Murallón, al Riso Patrón come sulla Est del Cerro Fitz Roy, i giovani sono ancora attratti dal carisma del mitologico “Ragno della Patagonia”, di cui scoprono parete dopo parete la determinazione e l’intuito esplorativo.

Una strada purtroppo non esente dal pericolo e dalla perdita dei migliori compagni.