Storia

Breve storia del Cas Ticino

Il Club Alpino Ticinese nacque l'11 aprile 1886, nell'anno del centenario della prima ascensione del Monte Bianco. La seduta costitutiva si svolse a Bellinzona, presso la Birraria Gambrinus. L'avvocato Curzio Curti fu il primo presidente. Le finalità del Club erano quelle di visitare, studiare e far conoscere le regioni montagnose del nostro Cantone e del paese limitrofo, l'organizzazione delle escursioni, la pubblicazione di relazioni e lavori diretti per far apprezzare le bellezze naturali del nostro Paese. Già nei primi anni di vita numerose furono le adesioni al Club. Il 20 marzo 1887, il Club Alpino Ticinese decise di unirsi al Club Alpino Svizzero, come sezione ticinese. Lugano divenne la sede del Club.
Nel 1911, a Lanzo d'Intelvi, s'inaugura il Vessillo sezionale.
La formazione delle guide spettava alla sezione, mentre la loro nomina competeva solo al Consiglio di Stato. Si sviluppò la tematica del Soccorso Alpino e nel 1918 si costituirono la stazioni di Soccorso di Faido, Airolo e Olivone. Nella metà degli anni Sessanta entrò in funzione la colonna di Soccorso del Sottoceneri. Nel 1913 nasce la sezione di Lugano del Club Alpino Femminile Svizzero. Prima presidente fu Adelina Rossi-Baragiola.
Nel 1980 le due sezioni, maschile e femminile, fusero assieme.
Il gruppo Seniori fu costituito nel 1940.
Negli anni Trenta si osserva un incremento dell'alpinismo su roccia. Viene invitato ai Denti della Vecchia Emilio Comici, numero uno dell'alpinismo italiano del momento. Enorme fu il suo influsso sulla sezione. Nel 1932 Tita Calvi, don Giugni e Aldo Balmelli realizzano la "prima" della Nord-Est del Piz Prevat, Bruno Primi detto "Stüva" ottiene il brevetto di guida a Meiringen e compie numerose classiche ascensioni nelle Dolomiti, la prima ripetizione della Comici al Civetta, una delle prime ripetizioni della Nord del Cervino e molte altre salite nel massiccio del Monte Bianco. Nel 1963 si invita l'alpinista Aldo Fontana il quale porta nuovi stimoli e linfa innovatrice.
Nel 1964 nasce il Gruppo Scoiattoli.
Soci della sezione hanno realizzato numerose scalate prestigiose anche fuori dell'arco alpino. Nel 1936 nell'Himalaya centrale, nel 1959 in Lapponia, nel 1977 sull'Huascaran, nel 1978 al Pumori e poi sempre un crescendo di altre imprese. Particolare attenzione è rivolta ai giovani. Negli anni Sessanta nasce il gruppo OG, nel 1982 "la settimana mini".
La sezione, accanto all'attività pratica sul terreno, organizza proiezioni, conferenze e dibattiti. Numerose sono le pubblicazioni e gli articoli pubblicati sugli annuari.